Salone del Mobile, presentata a Milano la 59esima edizione

12 feb 2020

59 edizioni, 400.000 visitatori nel 2019, 600 designer under 35 presenti quest'anno. Il salone del Mobile di Milano, in programma dal 21 al 26 Aprile a Rho Fiera, punta a nuovi record nel segno della qualità, dell'estetica e della sostenibilità, elementi fondanti della manifestazione che quest'anno si confronta con nuove e inattese sfide. Su tutte quella legata ai rischi del coronavirus, che potrebbe influire sulla presenza degli imprenditori cinesi a Milano, come ci spiega il Presidente del Salone del Mobile, Claudio Luti. “Dobbiamo avere timore tutti, ma come persone. È chiaro che quello che sta succedendo è una tragedia in Cina, che spero riescano a contenere e spero che gli scienziati riescano a trovare quello che ci vuole per fermare questa cosa. La Cina è un mercato in espansione per noi, abbiamo anche l'appuntamento a Shanghai a Novembre, quindi speriamo che vada tutto bene, che i cinesi possano venire e che noi possiamo andare a Shanghai a rifare un'altra volta il Salone del Mobile in Cina, che è l’evento più importante che l'Italia fa in Cina. Quindi speriamo proprio di poterlo fare al meglio”. La conferenza stampa per la prima volta si tiene all'Università Cattolica di Milano. Da qui parte la volata verso la nuova edizione del Salone, che guarda lontano e già lancia a quello di Mosca a Ottobre e di Shanghai un mese più tardi.

pubblicità