Sul set del nuovo film di Mordini, con Golino e Accorsi

08 gen 2020

È la storia di una famiglia e di un uomo che dopo aver perso un figlio gli si prospetta di andare avanti con una nuova moglie e con un nuovo figlio. Nella voglia e nella necessità di andare avanti, il passato gli viene a chiedere conto. Il racconto era interessante perché raccontando il dramma della morte di un figlio, affrontava, come dire, il dolore, cercano una spiegazione al di là della realtà. Di solito trovo una chiave personale per i miei personaggi, cioè trovo il modo di amarli anche se sono degli assassini o delle assassine, o delle pazze, o delle… Con lei è veramente uno strano rapporto, perché appunto sfugge anche a me. Ho trovato il copione molto ben scritto, molto coinvolgente, molto emozionante e poi è un mystery, quindi diciamo un po' mystery un po’ thriller, è un genere abbastanza atipico, a me non era mai capitato un genere di questo tipo, quindi… In più avevo già girato il primo film di Stefano Mordini, e mi era piaciuto il suo modo di aver a che fare con gli attori, l’ho trovato alcuni anni dopo e l’ho trovato sempre uguale a se stesso nel rapporto con gli attori, ma con una maturazione e una… proprio ha affinato il suo linguaggio.

pubblicità