Maltempo al Nord, 4 morti tra Pordenone e Belluno

I temporali e le raffiche di vento hanno provocato danni e gravi incidenti un po’ in tutto il nord Italia. Un escursionista è stato ucciso da un fulmine sulla ferrata della Marmolada, in Trentino. Ferita, ma non grave, anche la moglie che ha chiamato i soccorsi. Il turista, un emiliano di 47 anni, stava percorrendo la via ferrata quando è stato sorpreso da un forte temporale. Non ha avuto modo di ripararsi e un fulmine lo ha colpito. Un forte temporale si è abbattuto anche in Friuli Venezia Giulia, nella zona di Maniago, in provincia di Pordenone, dove è in corso il raduno delle famiglie Arcobaleno. Un albero è caduto su una tenda, provocando un morto. Si tratta di un cittadino belga di 41 anni che stava partecipando all’evento. Un uomo è rimasto ucciso schiacciato da un albero sradicato dal vento che si è abbattuto sui commensali che stavano partecipando ad una sagra locale a Marziai, in provincia di Belluno. In quel momento alla festa c’erano una ventina di persone radunate lungo il fiume Piave. Il forte vento ha sradicato alberi alti anche dieci metri. Una escursionista romana di 24 anni è scivolata sul sentiero bagnato ed è morta lungo il percorso di Saviore dell’Adamello, in provincia di Brescia. Secondo una prima ricostruzione era in corso un forte temporale e l’elicottero, in una prima fase, non è riuscito ad avvicinarsi. Una persona risulta dispersa, mentre un’altra si è salvata dopo che entrambe erano finite in acqua per il ribaltamento della loro barca sul Lago di Garda, tra Navene e Malcesine, sulla sponda veronese del lago. Sul posto sono intervenuti i pompieri di Bardolino e i sommozzatori di Venezia.


  • TAG
Autoplay

Playlist Correlate