Coronavirus, la riapertura di Roma da elicottero CC

18 mag 2020

La situazione che ci aspetta non è prevedibile in questo momento, in ogni caso, noi siamo pronti perché lo strumento aereo è uno strumento versatile, è uno strumento rapido, che può intervenire in tempo quasi reale, all'occorrenza. Nel giorno della riapertura, ci troviamo a bordo di un elicottero dei Carabinieri, nel dispositivo proprio di controllo sulla capitale. Andiamo a vedere che cos'è cambiato, soprattutto nel traffico. Si decolla dall'Aeroporto Militare di Pratica di Mare, da qui, le prime strade consolari che incontriamo verso la capitale sono decisamente più trafficate, ma non paragonabili ad un giorno feriale pre Covid. Sul tratto del Raccordo Anulare, che va dalla Via Cristoforo Colombo, fino alla A24, nell'orario di punta erano infatti sempre ben visibili lunghe code di auto e mezzi pesanti, colonne che mentre sorvoliamo l'area, sono invece del tutto assenti. La riapertura degli esercizi commerciali, con ordinanza del Comune di Roma, è divisa in fasce orarie. Il timore è che possano verificarsi ingorghi nel centro storico della capitale, aperto al traffico, ma con le strisce blu a pagamento, ha fatto scattare il provvedimento che, per ora, sembra funziona. È chiaro però che il ricorso di molte aziende allo smart working, resti massiccio ed anche la chiusura delle scuole sta influenzando positivamente la circolazione, che vediamo scorrevole anche in centro città. I controlli saranno calibrati in base all'esigenza generale, ma chiaramente anche alle criticità dal punto di vista del traffico, chiaramente aumenterà sempre più rispetto al passato, rispetto a quello che abbiamo vissuto in questi mesi. Dal centro alla periferia, fino al lungomare, Roma torna lentamente alla normalità. A bordo dell'elicottero dei Carabinieri, osserviamo come il pattugliamento sia sempre attento, ma riguardi soprattutto il controllo di possibili assembramenti, dal Vaticano al Colosseo mancano le code di fedeli e turisti. Sulle spiagge di Roma si vedono invece alcune persone, gli arenili sono stati riaperti, ma non per la balneazione. Il timore è che possa esserci un aumento importante dei contagi da Covid-19, è significativo e tiene ancora a casa molti romani. Siamo costantemente allerta, siamo organizzati proprio per qualsiasi evenienza. Chiaramente questo è uno degli aspetti, ma sostanzialmente sempre pronti.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast