Coronavirus Milano, la situazione del servizio taxi

15 mar 2020

Piazza Duomo, questo è uno dei parcheggi di taxi più affollati di Milano in condizioni normali, qui ce n'è solo uno. Guardate, è fuori servizio. C'è il tassista. Buongiorno, ma voi non dovreste essere in servizio? Io sono fuori servizio perché sono fuori turno, In teoria il servizio, per quello che si può dire, - dovrebbe essere attivo. - Perchè voi siete serizio pubblico... - Servizio pubblico complementare. - Ma i clienti non ce ne sono? Clienti nonce ne sono, e questo è un fatto, ma anche noi non siamo nelle condizioni di garantire la sicurezza a noi conducenti e al trasportato. - Perchè? - Non abbiamo gli spazi, il famoso metro, lavoriamo dentro una macchina, il famoso metro tanto decantato non lo possiamo rispettare. Io arrivo dalla farmacia, sono andato a comprarmi l'Amuchina, ma non hanno mascherine, qui siamo in piazza del Duomo. Anche se non è in servizio mi può accompagnare a vedere questi punti? A titolo gratuito, di cortesia... Salga dietro cortesemente così manteniamo magari anche la famosa distanza del metro, anche se non c'è. Prego. Qui siamo in piazzale Cavour, zona molto centrale, deserta. Piazzale Cavour è uno dei distretti degli affari di Milano. Qui normalmente è pieno di gente, ed è anche pieno di taxi. Assolutamente. Questo è il nostro parcheggio proprio al centro della piazza, raggiungibile da ogni angolo, completamente vuoto. Qui sostiamo in attesa della richiesta della gente. - E qui non c'è un taxi. - Assolutamente no. - Adesso dove mi porta? - La porterei in Stazione Centrale la realtà odierna di com'è adesso il nostro servizio. Stiamo arrivando in stazione, questo è il vialone di accesso principale. Alla nostra sinistra abbiamo la corsia preferenziale, per il traffico che c'è noi abbiamo la possibilità di accedere molto più velocemente, - ma oggi come vede... - Qui la situazione è drammatica - mi sembra di capire... - Assolutamente sì. - Non si lavora per niente. - Attese di tre ore, - tre ore, poi... - forse una corsa... - Qual è la tipologia del cliente che prende? - O quello che non ha trovato il treno o quello che è riuscito ad arrivare solo qua o gli ospedali, porto i medici in giro. - Giornalisti? - Giornalisti. Movimento non ce n'è. Da ieri hanno anche tagliato i treni notturni, giustamente, per impedire la transumanza dei giorni scorsi e quindi poi l'effetto è che comunque c'è pochissima gente che si muove. - Situazione drammatica, noi essendo servizio pubblico essenziale. Certo, pur in pochi, non ci tiriamo indietro. Spray, mascherine, guanti, seguiamo le istruzioni minime, così se possiamo usare un termine deterrenti, per la salvaguardia nostra e dei passeggeri. Dopodiché noi ci siamo, io da stamattina alle sette ho fatto una corsa solo, però non ha importanza quanto si guadagna, l'importante è essere presenti.

pubblicità