Fase 2, Europa riapre le attività con un occhio ai contagi

11 mag 2020

È l'alba di un mondo nuovo, un mondo inesplorato, pieno di incognite e difficoltà. È il mondo che attende l'Europa dove sono ripartiti alcuni dei Paesi più colpiti dal virus. La Francia ha allungato il passo nella corsa con le altre potenze, anche se non sono mancati i problemi. La legge sullo stato d'emergenza sanitario, con le regole da applicare nella fase due, non è stata promulgata in tempo e questo ha creato il caos. Eliseo e Governo nell’attesa del sì della Corte Costituzionale si sono appellati al senso di responsabilità dei francesi. La Francia ha ricominciato soprattutto dalle scuole per andare incontro alle esigenze delle famiglie. Un milione e mezzo di bambini, quelli più piccoli, potranno tornare in classe su base volontaria. Occhi puntati anche sulla Spagna che segna il dato più basso dei contagi e vittime da due mesi a questa parte. Mentre a preoccupare sono i dati che arrivano dalla Germania, dove l'indice del contagio è tornato a salire nel fine settimana. Il centro epidemiologico però stempra l'allarme, troppo presto per trarre conclusioni sulla dinamica delle infezioni. Il Belgio ha aumentato il numero dei test fra la popolazione e cosi anche il numero dei positivi ha subito un'impennata. L'Austria primo Paese ad allentare le maglie del lock down, ha annunciato altri 500 milioni per la ristorazione, mentre in Grecia ha riaperto i battenti il 25% delle imprese. Troppo poco, sostengono i più critici, ma il mondo nuovo inizia così, con un occhio ai contagi, passo dopo passo, a ricostruire.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast