No Tav, venti denunciati per disordini

21 lug 2019

Fiamme alte, petardi e razzi contro le forze dell'ordine, una ventina di attivisti denunciati, una cinquantina di persone identificate appartenenti al centro sociale Askatasuna e al movimento No Tav. È il bilancio del secondo giorno di proteste del movimento contrario alla costruzione della linea alta velocità Torino - Lione. Due giorni di proteste e manifestazioni legate anche al tradizionale campeggio organizzato dai No Tav, ogni anno a fine luglio a Venaus, in Val di Susa. Prima il ritrovo, poi il corteo attraverso il sentiero, l'arrivo nei pressi della cancellata del cantiere, il tentativo di sfondamento con un tronco di legno, secondo il racconto della questura. Quanto accaduto in Piemonte pesa sui rapporti di Governo. "Chi attacca la polizia, il cantiere della Tav in Val Susa, attacca tutta l'Italia. Le divise sono il simbolo di chi difende la sicurezza dei cittadini perbene. Nessuna tolleranza per i criminali" ha commentato il Ministro dell'Interno Matteo Salvini, che lancia un messaggio chiaro agli alleati di Governo: "mi aspetto condanne inequivocabili da tutti gli schieramenti politici, basta ambiguità. Ora controlli a tappeto, arresti e accelerazione dei lavori" ha aggiunto. "Grazie ai no dei 5 Stelle alle opere, il Paese ha perso già abbastanza tempo" ha rincarato la dose il capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari. "Il cantiere della Tav deve andare avanti" ha commentato il Governatore del Piemonte Alberto Cirio "il Ministro dell'Interno chiede la condanna degli altri partiti al comportamento dei No Tav, ma in realtà è lui a dimostrarsi incapace di mantenere l'ordine pubblico. E la reazione del Partito Democratico che all'altro vicepremier, Luigi di Maio, chiede: "si vergogna forse di Toninelli?". Intanto è Fratelli d'Italia a chiedere chi il Ministro alle Infrastrutture riferisca in aula. Da Toninelli nessun commento. La replica arriva dal capogruppo D'Uva, che a nome del movimento scrive su Twitter:" Ognuno è libero di esprimere la propria idea senza usare la violenza. Serve sempre massimo rispetto per le forze dell'ordine".

pubblicità

Vuoi vedere altro ?

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.