Ruspe per ripulire le strade, a Palermo è emergenza

01 dic 2020

Qualcosa comincia a muoversi: per far fronte all'emergenza rifiuti che da giorni sta soffocando Palermo, il comune e la RAP, l'azienda che si occupa della raccolta e della gestione di rifiuti, corrono ai ripari noleggiando auto compattatori e muletti per liberare i marciapiedi e strade dall'immondizia. Tonnellate di spazzatura invadono interi quartieri, dal centro alla periferia. Questa mattina sono entrati in azione le ruspe per rimuovere quanto più immondizia possibile, ma per toglierla tutta ci vorranno dei giorni, con la speranza che non si formino nel frattempo altre discariche a cielo aperto. Un arcobaleno di spazzatura. Aria natalizia, come vediamo, Palermo ci offre questo, sperando che qualcuno provveda, il sindaco Orlando si mette a disposizione per farci vivere in maniera dignitosa. Qua siamo in via Luigi Razza nel quartiere palermitano della Zisa e questa è una delle tante discariche a cielo aperto che ci sono in giro per la città. Qua c'è davvero di tutto. Oltre ai sacchetti pieni di immondizia, anche rottami di auto, di moto, porte e vecchi televisori abbandonati qui. Una situazione davvero davvero drammatica. E intanto il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, per tamponare le proteste, ha deciso di rinviare la scadenza per il pagamento della tassa sui rifiuti. Un provvedimento, adesso al vaglio del Consiglio comunale.

pubblicità