Vaccini, in Calabria carenza personale e dosi

11 mar 2021

Queste è il centro vaccinale di Reggio Calabria. Signora lei è in attesa per fare il vaccino? Sì, probabilmente Astrazeneca sono insegnante del liceo di Reggio Calabria. In attesa di entrare, c'è poca gente soprattutto insegnanti, non ci sono file né caos, come invece nei giorni scorsi, ma per una ragione precisa. Causa carenza vaccini saranno garantite le dosi di richiamo a coloro che hanno già ricevuto la prima dose. Le dosi disponibili sono quasi esaurite e le scorte rimaste vengono usate solo per i richiami. Chi non lo sa e arriva per la prima somministrazione, dunque, è costretto ad andare via. Ci fanno venire stamattina per fare Pfizer, dicendo che c'era e ora ci dicono che non c'è e ce ne dobbiamo andare. La Calabria è la terzultima Regione italiana per vaccini eseguiti anche se tra i dati ministeriali mancano circa dodicimila dosi ancora non caricate sulla piattaforma. Reggio però, sta lavorando con 11 centri già attivi in provincia, ha effettuato finora 55000 vaccinazioni, cioè da sola più di un terzo del totale, a fronte di altre 4 province che vanno molto a rilento. Solo in questo centro vaccinale a pieno regime si fanno anche 700 vaccini al giorno e si potrebbe aumentare ancora se ci fossero più forniture, spiega l'Asp. I vaccini veicolo consegnati in maniera irregolare. Non sappiamo neanche con quale e in quale quantità vengono consegnate per cui questo ci rende difficile anche la programmazione e anche dare delle comunicazioni alla cittadinanza. È vero anche che una cospicua quantità per esempio di AstraZeneca risulta inutilizzata nei frigoriferi. Ma questo dipende, ad esempio, qui da un'altra carenza. Noi stiamo aprendo diversi centri all'interno della regione però devono essere dotati di personale. Trovare vaccinatori è un problema nazionale. E infine c'è da risolvere un altro nodo, le prenotazioni. Il sistema online che era stato previsto con Poste Italiane non ha mai funzionato. La regione ora ha comunicato l'operatività di una sua piattaforma che però non è ancora operativa, con grande confusione per la popolazione. Lo hanno messo in linea, ma ancora non ci sono le agende di prenotazione. Chiunque, naturalmente, vuole sapere in che giorno e che ora sarà vaccinato ed è giusto che sia così. In questo caso non ci sarebbe stato nessun assembramento avendo la sicurezza della propria vaccinazioni.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast