Coronavirus, negli Usa preoccupazione per case di riposo

12 mag 2020

Il coronavirus è un nemico infido che cerca e attacca le prede più deboli in Cina, in Italia, come negli Stati Uniti. Anche negli Usa scoppia il caso delle case di riposo. In 14 Stati oltre il 50% dei decessi avviene in queste strutture e la Casa Bianca prova a correre ai ripari. In una videoconferenza con i governatori il Vicepresidente Mike Pence ha invitato a testare tutti i pazienti e il personale delle case di riposo in giro per il Paese. Si tratta di almeno un milione di persone e la raccomandazione è di muoversi in fretta, effettuando i tamponi entro le prossime due settimane. Intanto proseguono le riaperture e l'allentamento delle restrizioni in almeno 43 Stati, spesso accelerando i tempi rispetto ai consigli degli esperti e non a caso chi ha avuto troppa fretta, come la Georgia, che già da due settimane ha riaperto tutto, sta vedendo negli ultimi giorni una preoccupante crescita di contagi. Continuano invece a scendere i casi nello Stato di New York, il più colpito dall'epidemia. Il governatore Andrew Cuomo ha annunciato che il 15 maggio in alcune aree a Nord dello Stato potranno riprendere parte delle attività non essenziali. Troppo presto invece per allentare il lockdown a New York City, che probabilmente, ha spiegato anche il sindaco Bill De Blasio, resterà in vigore fino a giugno. Intanto i morti a livello nazionale hanno superato gli 80000. Un triste primato mondiale destinato a peggiorare, ammonisce la comunità scientifica, se continueranno le riaperture senza criterio. Eppure neanche i casi di positività fra lo staff della Casa Bianca sembrano aver fatto desistere Donald Trump, che continua a spingere per far ripartire il Paese e l'economia che ha già subito un pesante contraccolpo. La disoccupazione potrebbe superare il 20%, ha sottolineato il Segretario al Tesoro, Steven Mnuchin. Un incubo per il Presidente in un anno elettorale mentre resta altissima la tensione con la Cina, con l’Fbi e i servizi per la sicurezza nazionale che sarebbero pronti ad emanare una allerta contro i presunti tentativi di Pechino di rubare con i suoi hacker e la sua rete di spionaggio gli studi degli scienziati americani impegnati nella ricerca di un vaccino.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast