Europa centrale e meridionale sferzate dal Lucifero

05 ago 2017

Non siamo soli, se questo può consolarci. Mezza Europa centrale e meridionale boccheggia, sferzata da Lucifero, l’infernale caldo torrido di questi giorni. Non c’è posto in Europa dove trovare refrigerio, dalla Spagna alla Repubblica Ceca, dalla Francia alla Romania, dall’Austria alla Bulgaria, passando per Croazia, Bosnia e Serbia. Un’enorme bolla calda che soffoca le città e le zone più interne. Si superano i 40 gradi, ma la percezione è anche superiore. Fortunati quelli che, vivendo sulla costa, almeno riescono ad alleviare la calura. Affollatissime le spiagge di Barcellona e anche quelle della Francia e della Croazia. Chi è in città cerca disperatamente piscine e fiumi, ma ci si accontenta di quello che c’è. A Belgrado ci si tuffa e si nuota in una bella fontana proprio in mezzo alla città. Altrove ben vengano i giochi d’acqua urbani, come avviene a Sarajevo, ma è gradita anche una provvidenziale innaffiata con un semplice tubo se si è tutto il giorno in giro sotto un sole implacabile come a Praga. Nello zoo di Budapest i veterinari fanno quello che possono per gli orsi polari, circondati da blocchi di ghiaccio e angurie, così come a Belgrado. Ovunque è emergenza. Fontanelle, canali, fiumi e laghi presi d’assalto e, in mancanza di tutto questo, si ricorre addirittura al rimorchio di un camion trasformato in vasca. Gelaterie, parchi e bar, dove i ventilatori sparano vapore acqueo freddo, sono i luoghi privilegiati per una sosta. Si cerca aria e ombra, ma non sempre basta. A volte i colpi di calore e la disidratazione non perdonano. Le città corrono ai ripari istituendo punti di primo soccorso e intensificando i punti informativi. Tanti i malori e le richieste di intervento. Due le vittime, una in Polonia e una in Romania. Ovunque siccità e incendi danneggiano campi e boschi.

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA