Tempesta di neve a NY, il racconto del corrispondente

01 feb 2021

Allora subito mi collego con Marco Congiu, che si trova a New York sommersa dalla neve e dal freddo, Marco qui si parla di temperature tra New York e Chicago che viaggiano anche intorno ai meno 40. Buonasera Luigi, meno 40 qui no, siamo a meno 10, se Paco adesso fa una carrellata, guarda com'è Manhattan, questa è la quinta strada, ci sono 2000 spazzaneve in azione, 700 spargisale, 800 chilometri di strade che sono state pre trattate contro questi 60 centimetri, ora con cautela cerchiamo, sembra di essere a Madonna di Campiglio, di andare verso Central Park, queste è la tempesta polare che rischia di essere la più violenta nella storia. sono 9 milioni sulla costa, ma 80 milioni che sono di persone che sono coinvolte tra Washington che è la città che è stata colpita ieri, poi, Filadelfia, poi salendo punto lungo la costa Nordest New York e Boston, centinaia di voli aerei cancellati, al Kennedy la maggior parte, il principale porto di New York, di voli sono stati cancellati, tutti quelli di LaGuardia lo stesso, centinaia di voli atterra anche negli aeroporti di Boston e Philadelphia, al di là del fatto che lo scenario, come vedi, è molto bello, molto suggestivo, c'è gente che fa sci di fondo lungo la quinta strada e con lo slittino a Central Park, la situazione è di estremo pericolo, è stato di emergenza, il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, ha chiesto alla gente di stare in casa, non si può circolare a meno che non siano questioni di emergenza o veicoli di emergenza per strada fino a domattina, ovviamente le scuole sono chiuse, sono state sospese le vaccinazioni contro il covid per un paio di giorni, ci si attende che si siano problemi anche di tensione elettrica e di cali di elettricità, la nevicata, la tempesta polare che non è ancora il temuto Blizzard, ma ci arriverà nelle prossime ore e la differenza sostanzialmente è nel vento fino a 70 chilometri orari che taglia come come una lama, durerà almeno fino alla giornata di domani, la situazione è pericolosa e a potenziale rischio della vita delle persone, per cui le autorità qui hanno chiesto alla gente di restare, guarda quanta neve c'è, alla gente di restare chiusa in casa, di fare provviste, perché veramente è pericoloso essere per strada in questo momento, Luigi.

pubblicità
pubblicità