Inventò 007, Ian Fleming moriva 55 anni fa

12 ago 2019

Sono passati 55 anni dalla morte di Ian Fleming. I suoi 14 romanzi e due raccolte di racconti, gran parte dei quali scritti in questa sua villa in Giamaica, continuano a essere ristampati e il personaggio da lui creato, James Bond, l'Agente segreto 007, continua a fare notizia. Si sta aggirando il 25° film della saga, la più longeva della storia del cinema. 007, quasi un alter ego del suo autore è un eroe letterario dalle tante sfaccettature. Ci sono voluti 6 attori nella serie ufficiale per evidenziarle tutte. Sean Connery il primo, virile e sicuro di sé. George Lazenby, un modello che incarnava il fascino dei suoi anni. Roger Moore, con il suo umorismo. Timothy Dalton, uno 007 senza scrupoli. Pierce Brosnan che ha portato Bond nella tecnologia del nuovo secolo. Daniel Craig, rude, introspettivo, tormentato. Per Ian Fleming, che era stato giornalista e ufficiale dell'Intelligence britannica, Gli ingredienti fondamentali delle avventure erano ragazze nude, spie e con armi nucleari. Leggere oggi i suoi libri significa non solo di immergersi in storie ancora vincente, ma anche scoprire la complessità di Bond e del periodo storico della guerra fredda. Anni tesi, incerti, dominati dalla paura della bomba atomica, gli anni di James Bond.

pubblicità