Bonelli, DiaSorin: primo test sierologico tutto italiano

07 apr 2020

Il testo appartiene alla categoria dei test neurologici. Il suo scopo è quello di stabilire se un soggetto è stato esposto al virus, non attraverso la determinazione dell'acido nucleico, come nel caso molecolare, ma attraverso la determinazione della risposta immune. Da quanto sappiamo, a seguito di un'infezione di Covid-19, il sistema virale ha elaborato un attacco alle cellule molto sofisticate, che prevede un ruolo primario della proteina S, che forma la punta della corona. Per tutta risposta il nostro sistema immunitario risponde producendo una moltitudine di anticorpi, alcuni dei quali sono in grado di legare, diciamo, la punta della Corona, così da neutralizzarne l’attacco. La tecnologia core Liaison che è la nostra tecnologia proprietaria consente di eseguire, in completa automazione, test con l'alta produttività. Noi, in un laboratorio, possiamo… un laboratorio con nostra tecnologia può eseguire fino a 1000 determinazioni al giorno. Allora combinando quindi la tecnologia core Liaison con questa proteina, diciamo, S artificiale, abbiamo l'opportunità di avere a disposizione uno strumento appropriato che permette innanzitutto di stimare quale sia stata la circolazione del virus nella popolazione; determinare se un soggetto sintomatico ha avuto un'esposizione; e poi, in particolare grazie a questa possibilità di identificare anticorpi neutralizzanti, eseguire lo screening dei donatori di sangue, ai convalescenti per la purificazione degli emoderivati e poi anche diciamo, decidere se una persona ha, diciamo, un certo grado di protezione.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast