Piano Vaccino: ipotesi utilizzo fiere e app per vaccinati

08 dic 2020

Lo screening su un campione rappresentativo di vaccinati, divisi per aree geografiche, età, genere e stato di salute con l'obiettivo di valutare la risposta immunitaria e la durata della protezione immunologica e i cui risultati saranno poi pubblicati e utilizzati a fini informativi e valutativi, è l'ultimo tassello di un piano vaccini sempre più articolato, più in generale sono 202 milioni di dosi che spetteranno al nostro Paese per tutto il 2021, ovvero il 13% di tutti i vaccini opzionati dalla commissione europea con 6 aziende farmaceutiche, ma si guarda soprattutto alle prime forniture che dovrebbero arrivare in Italia tra gennaio e febbraio 2021, delle aziende Pfizer e Biontech da una parte, Moderna dall'altra, entrambe a un passo dal via libera dell'agenzia europea del farmaco. 2 vaccini che necessitano di una logistica diversa perché diverse la temperatura cui devono essere conservate le rispettive fiale, il vaccino Pfizer necessita di una conservazione estrema, -70 gradi, dal Belgio sarà direttamente l'azienda farmaceutica, utilizzando box termici ad hoc a farsi carico del trasporto fino ai 300 punti di somministrazione, soprattutto ospedali individuati dalle regioni. Il vaccino Moderna, invece, che richiede una conservazione standard tra i 2 e gli 8 gradi, dallo stabilimento francese di Monts verrà stoccato nella base di Pratica di Mare e da lì l'esercito provvederà a smistare le in 20 hub, altrettanti siti militari che le regioni dovranno indicare. All'inizio le prime vaccinazioni, 6 milioni e mezzo di italiani, tra personale sanitario e anziani, avverranno soprattutto in ospedali e unità mobili e si utilizzeranno almeno 20000 persone. Poi, man mano che arriveranno le dosi e si allargherà la platea di chi potrà accedere al vaccino, si ipotizza di effettuare le somministrazioni anche in palazzetti dello sport, fiere e palestre, verranno coinvolti i medici di famiglia, pediatri e più avanti anche le farmacie, ma non sono esclusi i medici in pensione e specializzandi.

pubblicità