Roma, scuole aperte per i Bes nell'VIII Municipio

22 mar 2021

I bambini, i ragazzi hanno bisogno delle scuole ed è chiaro che quando le scuole sono chiuse, c'è un baratro che si apre proprio davanti a loro e anche le loro famiglie. Scuole chiuse in zona rossa. C'è chi però è riuscito a riaprirla in sicurezza nel rispetto delle misure anti contagio usando quell'articolo 43 del decreto che altrimenti manda tutti in Dad nelle aree a maggior rischio, ma che prevede anche la possibilità di proseguire studio attività anche senza per chi incontra troppe difficoltà con la didattica a distanza. Siamo nella scuola primaria, principe di Piemonte, nel quartiere San Paolo, di Roma e qui, come in tutti gli istituti comprensivi dell' VIII municipio ci sono laboratori pomeridiani a rotazione per piccoli gruppi di inclusione, grazie all'impegno dei dirigenti scolastici e docenti, ma anche delle associazioni dei genitori ai fondi stanziati dallo stesso municipio. Noi siamo partiti dall'idea che in questo momento oltre bambini con disabilità gravi ,sono un po' tutti i bambini con bisogni educativi speciali sono coinvolti in questo progetto, soprattutto bambini e bambine della fascia fino alla scuola secondaria di primo grado. Però è vero che poi gli adolescenti, sicuramente sono quelli che hanno sofferto di più. C'è anche una necessità proprio di uscire dall'isolamento? C'è una necessità fortissima. A ieri i genitori che avevano fatto richiesta per questa scuola erano 120 famiglie. Quindi sono tantissimi, considerando che ci sono in un giorno di un giorno e mezzo, sono arrivate 120 richieste". Un'iniziativa che dunque poche ore, sta riportando molti alunni, se non direttamente sui banchi, perlomeno nei cortili delle loro scuole, dove già la quasi totalità del personale docente e non docente è stato vaccinato, con la prima dose di AstraZeneca. La scuola è apprendimento, la scuola è socialità, la scuola è la costruzione del sapere e il sapere è anche stare insieme, quindi alla costruzione delle relazioni e questo manca tanto.

pubblicità
pubblicità