Sicilia, dopo MediCane la conta dei danni

31 ott 2021

I volontari della Protezione Civile di Augusta lavorano senza sosta per ripristinare le strade e le zone colpite dall'alluvione che ha sconvolto la Sicilia Orientale. Apollo ha lasciato queste zone da due giorni ma i suoi effetti si fanno ancora sentire. Uno dei centri più colpiti è stato il comune di Augusta nel siracusano. Dopo essere rimasto isolato per un giorno adesso si cerca di tornare alla normalità. Le strade vengono liberate da fango e detriti ma i danni, ha sottolineato il sindaco Giuseppe Di Mare, sono ingenti. "Abbiamo 40 uomini in campo che stanno cercando di ripulire la città tra mille difficoltà e tra mille situazioni ancora che vanno gestite, su cui sto chiedendo aiuto, dal Presidente della Regione al direttore regionale della Protezione Civile, perché noi da soli non ce la possiamo fare." Le idrovore della Protezione Civile della Regione Siciliana lavorano 24 ore su 24. Qui siamo ad Agnone Bagni, piccola frazione di Augusta. L'acqua ha invaso le strade che vanno verso il mare e allagato alcune case. "Stanno arrivando altre quattro o cinque squadre di altri gruppi con idrovore, per appunto, cercare di aiutare prima possibile queste famiglie che sono bloccate dentro." Situazione difficile anche per i canili della zona colpiti dall'alluvione. I volontari della Lav lavorano per mettere in sicurezza gli animali ospitati nelle strutture.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast