Veneto, Crisanti: "Zona gialla non contiene la trasmissione"

17 dic 2020

La zona gialla di fatto non era in grado di contenere la trasmissione, in modo particolare una zona gialla calibrata su un parametro dei posti in terapia intensiva e questi altri 21 parametri noi dobbiamo immaginarli come fossero una catena, in cui ci sono anelli deboli e anelli forti. La forza di una catena dipende dall'anello debole, non dipende dall'anello forte. Se uno la misura con l'anello forte di fatto crea degli effetti paradossali e la si spezza. In questo caso la trasmissione è aumentata a dismisura perché chiaramente non erano quelli i parametri giusti. In più il Veneto ha utilizzato per combattere questa fase i tamponi rapidi, ne ha fatto un grandissimo uso e purtroppo hanno delle sensibilità basse. Se i tamponi rapidi vengono utilizzati per esempio, per proteggere le comunità vulnerabili come le Rsa, praticamente adesso tutto personale Rsa col tampone rapido invece di creare una barriera, è una groviera piena di buchi, perché questi qua entrano infetti e passano attraverso questa rete che io ho costruito.

pubblicità
pubblicità