Gualtieri: al lavoro per ridurre commissioni cashless

05 nov 2019

I premi della lotteria degli scontrini per chi paga con carta di credito o bancomat saranno tra i più alti al mondo. La promessa arriva dal Ministro dell'Economia Gualtieri durante l'audizione alla Camera sul decreto fiscale collegato alla manovra. La lotteria degli scontrini è uno degli strumenti pensati dall'esecutivo come forma di contrasto del nero. Vi può partecipare sia chi paga in contanti sia chi paga con carta. Per questi ultimi, però, le possibilità di vittoria si moltiplicano e stando alle parole del Ministro si moltiplicheranno anche le somme vinte. La lotta al contante e una maggiore diffusione dei pagamenti elettronici sono uno degli obiettivi del Governo. Per questo Gualtieri ricorda che dal 1° luglio 2020 scatta l'obbligo per i commercianti di accettare almeno una carta di credito e che la sanzione per chi non si adegua sarà pari a 30 euro più il 4 per cento della somma per la quale non si è accettato il pagamento. Gli esercenti, però, chiedono che le commissioni sui pagamenti elettronici vengano ridotte e se i principali gestori dei circuiti di pagamento hanno fatto capire che su questo fronte non ci sono molti margini e che le commissioni in Italia sono in linea, se non inferiori alla media europea, Gualtieri oggi fa sapere che comunque il Governo è al lavoro per trovare un accordo per ridurle e addirittura azzerarle sotto determinati importi. Durante l'audizione il Ministro ha chiesto al Parlamento di non fare marcia indietro sulle misure di contrasto all'evasione fiscale, dalle quali, ha ribadito, il Governo si attende entrate per oltre 3 miliardi di euro. Gualtieri ha poi affrontato la questione delle norme sugli appalti, criticate dalle imprese. Il Governo, ha detto, è pronto a migliorarle, senza però rinunciare a colpire gli illeciti.

pubblicità