Appello Open Arms: in attesa di un porto di sbarco

25 nov 2019

Qui a bordo abbiamo una situazione molto critica, dobbiamo richiedere evidentemente evacuazione, abbiamo un ragazzo a cui gli hanno sparato a un piede, abbiamo persone con delle forti ustioni dovute alla benzina, abbiamo anche dei bambini piccoli. Abbiamo 26 minori in totale, di cui 24 non accompagnati. Abbiamo visto che l'Ocean Viking, menomale, ha ricevuto il porto di sbarco. Purtroppo c'è ancora Open Arms e anche l'Aita Mari, l'altra nave basca nella stessa situazione nostra, con persone a bordo. Ricordiamo che abbiamo ripetutamente richiesto il porto di sbarco all'Italia in quanto era il porto sicuro a cui potevamo arrivare il prima possibile. L'abbiamo anche richiesto a Malta perché per arrivare qua siamo anche passati vicino a Malta. Siamo in attesa. Malta non ci ha risposto e dall'Italia stiamo aspettando la risposta dal Ministero degli Interni.

pubblicità
pubblicità