Denise, ansia e attesa mediatica per le notizie dalla Russia

07 apr 2021

Il mistero sull'identità della ragazza russa che somiglia a Piera Maggio e che potrebbe essere Denise Pipitone, la bimba scomparsa a Mazara del Vallo il primo settembre del 2004 continua. Uno stillicidio per la mamma che è a casa, attende di avere notizie da Mosca e dalla trasmissione che va in onda sul primo canale della tv russa, che ha trasformato l'attesa estenuante in uno show da mandare in onda a puntate per far crescere ansie e audience. La trasmissione, alla quale ha preso parte l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale della famiglia di Mazara, è stata registrata ieri, ma sulle informazioni fornite durante la puntata, c'è un patto di riservatezza e non divulgazione fino alla messa in onda. Una scelta discutibile che però va rispettata. Frazzita però ha fatto sapere che al termine della registrazione, ha fornito le notizie apprese alla procura di Marsala che indaga sulla scomparsa della piccola Denise dal 2004 e che, per Il rapimento, aveva accusato la sorellastra della bimba Jessica Pulizzi, che è stata però assolta in tutti i gradi di giudizio. Adesso toccherà attendere ancora un po', per capire se Olesya sia Denise o se siamo di fronte all'ennesimo buco nell'acqua, un altro a 17 anni dal rapimento della piccola Denise.

pubblicità
pubblicità