Plastic Tax, il parere del settore a Ecomondo

05 nov 2019

“La tassa sulla plastica va definita nel suo contesto, cioè per fare economia circolare bisogna trasformare ciò che oggi è rifiuto in una risorsa. Affinché questo accada, i cittadini, i consumatori, devono sempre più fare la raccolta differenziata e le industrie devono sempre più fare innovazione, in modo da avere prodotti sempre più facilmente riciclabili e prodotti che contengano sempre più contenuto di materiale riciclato. Questa tassa non spinge né i cittadini a fare più raccolta differenziata né assolutamente le imprese a fare più innovazione.” “La filiera del riciclo, da questo provvedimento, vediamo in qualche modo penalizzata al pari di tutte le altre plastiche. Riteniamo che sia una filiera importante, in cui le imprese associate a Utilitalia sono fortemente impegnate, soprattutto nella fase terminale, nella fase della raccolta, della selezione per l'avvio a riciclo. Parliamo di una filiera che deve già scontare altri elementi di forte criticità, dovuta alla difficoltà a trovare spazi negli impianti di recupero energetico per gli scarti del riciclo, soprattutto dopo il bando cinese all'importazione di rifiuti da riciclo di bassa qualità. Speriamo, quindi, che nel prosieguo di questo iter di autorizzazione e di approvazione del provvedimento ci possano essere misure che non penalizzino la plastica riciclata.” “Intanto tassare la plastica è giusto, è una cosa giusta e sacrosanta. La plastica si fa dalle fonti fossili, dal petrolio e causa emissioni di CO2, cambiamento climatico ed è anche un disastro per l'ambiente quando viene abbandonata in maniera scorretta. Poi, si sarebbe dovuta fare meglio, secondo me, non si dovevano colpire solo gli imballaggi che già pagano un contributo per essere raccolti, si dovevano presentare, insieme alle plastiche compostabili, anche le plastiche riciclate, quindi si sarebbe dovuta fare meglio e io spero che il Parlamento la migliori, però è importante il principio, capire che, se vogliamo incentivare comportamenti virtuosi, dobbiamo anche disincentivare quelli dannosi per l'ambiente.” “Anche le tassazioni potranno dare il loro contributo, ma solo se riusciremo a inquadrarle all'interno di un sistema Paese.” “Quindi, promossa o bocciata questa tassa?” “Eh, la rimandiamo!”.

pubblicità
pubblicità