Coronavirus, contagi continuano a salire nel mondo

11 dic 2020

Numeri in crescita ancora, non solo Stati Uniti, risalgono i contagi nel Regno Unito, dove si torna a superare la barriera dei 20000 casi giornalieri da coronavirus. Un nuovo aumento negli ultimi giorni dopo le 4 settimane di lockdown imposte dal Governo britannico. In lieve calo i morti che scendono a 516 e se la Francia in vista delle festività natalizie va verso l'allentamento delle misure, pur restando sopra i 13000 nuovi casi e ben oltre i 5000 fissati dal Presidente Macron per decretare la fine completa del lockdown, la Germania registra cifre record: più di 23000 nuovi positivi con le vittime della pandemia che superano quota ventimila dopo i 440 decessi delle ultime 24 ore. Mentre è allarme in Svezia dove limitare al minimo le restrizioni non sembra pagare nella lotta al coronavirus. A Stoccolma il 99% dei posti in terapia intensiva sono occupati. Il picco di autunno in Europa potrebbe però essere vicino, anche se i numeri dei nuovi contagi e delle vittime non consentono di abbassare la guardia. In Spagna i decessi potrebbero peraltro essere molti di più di quelli registrati ufficialmente, l'indicazione arrivata dall'ultimo report dell'Istituto Nazionale di Statistica e nel resto del mondo appare difficile individuare un'area covid free. In Russia la corsa del virus non si ferma e così in Brasile, nonostante le parole del Presidente Bolsonaro. Altri 53000 i casi giornalieri e quasi 800 morti in 24 ore.

pubblicità
pubblicità