Emergenza virus, Veneto resta in zona gialla

21 nov 2020

Evitare di andare a fare assembramenti quindi non vorrei che qualcuno perché vede scritto area gialla dice: boh siamo a posto. Non siamo a posto, e dietro l'angolo c'è sempre non la zona arancione, anche la rossa. L'invito alla popolazione a non abbassare la guardia. Qualche piccolo segnale positivo c'è, sottolinea il governatore del Veneto Luca Zaia, ma nelle ultime 24 ore si sono registrate 67 nuove vittime e 3570 nuovi positivi. Le terapie intensive contano ormai 300 ricoverati, il sistema sanitario Veneto regge. Da questo la conferma della regione nella zona gialla. Ma se i cittadini non continueranno a seguire le regole, prima fra tutte evitare gli assembramenti, la zona arancione e la zona rossa sono dietro l'angolo, avverte Zaia. Che poi conferma i 1000 posti nelle terapie intensive degli ospedali regionali. Noi in 36 ore siamo in grado di garantire, dati alla mano, le 1000 terapie intensive, che peraltro posso dire gran parte sono già attrezzate, 176 arrivano dalla conversione delle subintensive in intensive. Verona, Vicenza e Venezia le realtà più preoccupanti, con numeri in crescita e ospedali maggiormente sotto pressione. Evitiamo le passeggiate nei centri storici e in generale gli assembramenti, e utilizziamo sempre la mascherina, chiede ancora una volta ai veneti il governatore prima di ricordare: da lunedì prossimo la proroga delle limitazioni disposte dall'ultima ordinanza. Nessun commento in merito ai dubbi del governatore della Campania De Luca sui test per l'autodiagnosi allo studio della sanità veneta. Sinceramente non l'ho neanche vista.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.