Silvia Romano: nuove minacce, si indaga

14 mag 2020

Se da un lato sembra placarsi la polemica politica dall'altro non si arresta la campagna di odio nei confronti della giovane cooperante rapita in Kenya diciotto mesi fa e liberata tra l'otto e il nove maggio stesso in Somalia. Continuano ad arrivare minacce anche di morte che Silvia Romano e la sua famiglia girano prontamente ai magistrati milanesi che stanno vagliando tutti i post e le missive giunte finora. Diversi i profili che gli inquirenti stanno monitorando mentre la polizia scientifica sta analizzando quei cocci ritrovati sulla finestra dell'appartamento al piano di sotto dell'abitazione della ragazza. Intanto, con un lungo post privato sul suo profilo Facebook, Silvia Romano ha voluto ringraziare gli amici e tutte le persone che sono state vicino alla sua famiglia. Non arrabiatevi per difendermi Il peggio è passato. Sentivo che avreste visto il mio sorriso e avreste gioito perché sono viva e sono qui. Ho seguito il cuore è quello non tradirà mai, scrive, non vedevo l'ora di scendere da quell'aereo perché per me contava solo di abbracciare le persone più importanti della mia vita. Sentire ancora il loro calore e dirgli quanto li ammassi nonostante il mio vestito. Godiamoci questo momento aggiunge ancora. Da domani non bisognerebbe pagare più nessun riscatto, ha commentato il leader della Lega, Matteo Salvini. No a speculazioni, ha avvertito il premier Giuseppe Conte. L'aula di Montecitorio ha rivolto oggi Silvia Romano un "bentornata" bipartisan, anche se con alcuni distinguo. Minacce, ma non solo, sotto casa della 25enne continuano ad arrivare persone con un mazzo di fiori e un biglietto da lasciare davanti al portone.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast