Proposte europee per l'anti-trust a Sky TG24 Business

16 dic 2020

Direi che il messaggio è molto positivo, la direzione è quella giusta, non è altro che un riconoscere un dato di fatto, che siamo dipendenti da questi gatekeepers, vuol dire guardiani, sono i guardiani del nostro tempo, della nostra attenzione, del nostro modo di comunicare, il nostro modo di fare commercio elettronico. Ricordiamo che queste sono solo proposte perchè verranno discusse dal Parlamento e dal gran Consiglio d'Europa, quindi ci metteranno anni a diventare operativi. In secondo luogo, non sono dei principi generali, sono principi specifici a questi gatekeepers, quindi, date le misure che sono prese in considerazione saranno quasi sicuramente le 5 G e probabilmente anche Bookings. Queste dovrebbe essere le imprese assoggettate alle regole, le altre no. Quindi sono regole che partiamo dalla riflessione di gatekeeper, di guardiano. Di guardiani ce ne sono tanti, ma il caso specifico di queste piattaforme sono guardiani del mercato, ma concorrono anche nel mercato, quindi sono sia arbitri del mercato che giocatori. Abbiamo visto nel passato più recente come ci siano preferenze per i propri prodotti, se compri Amazon il prodotto direttamente da Amazon, hai delle caratteristiche particolari, se fai una ricerca su Google e poi va su Google shopping, vai su Apple e ti consigliano Apple Music, quella persona ne dà accesso ad Allan alla Paul Klee ed hai accesso solo all'Apple Store, quindi ci sono questi problemi che sono riconosciuti. Sembra che le linee guida siano molto buone, sono quelle che ci si aspettava da parecchio tempo. Diciamo che sono delle regole molto invasive nella libertà di impresa, perché non sembrano avere precedenti nella misura in cui intervengono nella libertà di scelta delle strategie commerciali. Tutto questo si basa sull'assunto che viene dato come accertato che certe posizioni di mercato acquisite dalle imprese nei settori digitale non siano più contendibili, cioè abbiano raggiunto una posizione tale per cui non si devono preoccupare della concorrenza. Questo non è chiarissimo e quindi nel momento in cui si impongono degli obblighi regolamentari così invasivi che fanno si che gli investimenti fatti negli anni debbano essere messeia beneficio dei concorrenti, potrebbe creare un disincentivo a investire in innovazione e quindi a concorrere in questi mercati. Peraltro queste regole prevengono alle imprese la possibilità di diventare gatekeepers, comunque, lo rendono molto più difficile. Tutto questo potrebbe anche andare contro l'obiettivo stesso che è quello di permettere ad altre imprese più piccole di crescere fino a contendere quelle posizioni di gatekeeping già acquisite, quindi non è del tutto certo, sebbene queste regole siano state disegnate per cercare di risolvere dei gap cases, cioè delle situazioni che si ritenevano non fossero efficacemente mediate dalle normali leggi di concorrenza non è assolutamente chiaro che possano funzionare in questo modo.

pubblicità